Per la quinta seduta consecutiva i valori di prezzo del Greggio sono in discesa seguendo la scia dell’aumento di produzione da parte di alcuni paesi esportatori ed anche dal rafforzamento del biglietto verde.
Solo la produzione irachena ha raggiunto i 4,9 milioni di barili al giorno e le esportazioni sono a livelli record, parliamo di 4 milioni di barili al giorno secondo quanto riferito da ‘Iraqi Media Network‘ che riporta le affermazioni del vice ministro del petrolio Fayadh al-Nema.
Ecco cosa ha dichiarato Michael Hewson, analista di CMC Markets:

La produzione dell’Iraq è in crescita, l’Iran ha parlato di un incremento a 2,2 milioni di barili al giorno e di sicuro l’Opec non porrà limiti agli aumenti di produzione.

A mezza mattinata di contrattazioni i futures sul Brent perdevano circa 26 centesimi arrivando a scambiare a 48,31 dollari al barile ed i futures sul Greggio americani perdevano 18 centesimi arrivando a scambiare a 46,89 dollari al barile.