Oramai la rete è piena di moltissime pubblicità riguardanti le opzioni binarie, queste consistono in una forma di investimento a brevissimo termine e fondamentalmente prevedono di indovinare l’andamento del prezzo di un bene o asset in un determinato arco di tempo.

Molti trader esperti sono convinti che si tratti più di una scommessa da Casinò piuttosto che di uno strumento finanziario.

La rete è invasa da questa tipologia di pubblicità sulle opzioni binarie, questa forma di investimento con ritorni economici consistenti in un breve arco di tempo predeterminato.

Il dubbio dei trader esperti stà proprio nel fatto che attraverso le opzioni binarie il sistema consiste nell’indovinare l’andamento di un prodotto finanziario in salita o in discesa, questa per loro è soltanto una semplice scommessa come un risultato di calcio, la squadra sul quale scommettiamo vince perde o pareggia.

Anche le pubblicità con la loro semplicità non lo fanno sembrare per nulla un’operazione finanziaria ma in realtà non è così, già nel 2012 la nostra CONSOB aveva emesso una comunicazione nel quale sottolineava che tali operazioni rappresentano a tutti gli effetti uno strumento finanziario con tutti i rischi connessi al nostro capitale.

Inoltre ha anche stabilito che tutte le società che offrono tali servizi devono essere sottoposte ad una rigida regolamentazione e devono essere proprietarie di regolare licenza da parte della CySEC (Cyprus Securities and Exchange Commission) che rappresenta il maggior organo regolatore presente in Europa.
Quindi la prima cosa da fare prima di iniziare ad operare con le opzioni binarie attraverso una piattaforma di trading è quella di verificarne l’affidabilità e la sicurezza controllando che sia propriataria di regolare licenza.

Capirlo è molto facile, all’interno del sito della CONSOB vi è una lista che riporta tutti gli operatori autorizzati ad operare oltre ad altre informazioni finanziarie.

Il funzionamento è molto semplice, le piattaforme che permettono di operare con le opzioni binarie richiedono una registazione a tutti gli effetti, la maggior parte delle volte gratuita richiedendo un minimo di deposito che varia attorno ai 100 euro.

Ogni operazione implica un costo fisso già stabilito in precedenza e il trader deve soltanto prevedere se un determinato bene o asset aumenta o diminuisce di prezzo in un determinato lasso di tempo, se la previsione risulterà essere esatta allora il traderincasserà il guadagno altrimenti perderà l’investimento fatto.

Da questo si capisce che nonostante la sua estrema facilità questa tipologia di operazioni rappresenti una vera e propria forma di investimento visto che si andrà ad operare su prodotti soggetti a fluttuazione di borsa, vedi commodities, indici, valute o azioni.

Comunque prima di iniziare ad operare prendetevi del tempo per studiare bene la piattaforma dove andrete ad operare e per iniziare a capirne bene il funzionamento, sulla piattaforma troverete tutte le notizie in merito.