Le nuove regole per le opzioni binarie hanno trasformato il modo di fare pubblicità

Le nuove regole per le opzioni binarie hanno trasformato il modo di fare pubblicità

Il 2016 è stato un anno pieno di sorprese per le opzioni binarie, ed in particolare per i broker, forex e opzioni binarie che operano in Europa e specialmente in Italia.

Come sappiamo, diversi paesi dell’Unione Europea hanno rafforzato le misure di prevenzione allo scopo di combattere le truffe online per questo settore, infatti:

– Il Belgio ha vietato qualsiasi tipo di derivati ​​OTC;
– In Francia, alcuni mediatori regolamentati come 24Option non possono più operare sul territorio.

Un nuovo modo di comunicare

I broker si sono dovuti adeguare e hanno trovato un nuovo modo di comunicare con il pubblico.

La soluzione è sponsorizzare le squadre di calcio.

Mentre i quadri normativi sono sempre più restrittivi, i broker hanno trovato un modo diretto di comunicare con i clienti, dove la pubblicità è diventata una vero e proprio slalom alla odierna restrizione legislativa vigente.

Più canali disponibili

In Europa, sono stati esclusi dal mercato finanziario broker indistintamente regolamentati e non, che operano in Europa nella vendita di prodotti derivati forex e opzioni binarie.

Questo è stato il risultato di provvedimenti provenienti da un business aggressivo studiato per catturare i clienti con false promesse.

I regolatori hanno bandito i prodotti derivati Forex e opzioni binarie, e la pubblicità diretta di tali prodotti.

Il risultato è che anni di lavoro per pubblicizzare il mercato delle opzioni binarie e marchi con una affermata reputazione hanno visto il loro lavoro andare in fumo.

Dal 2015, diversi importanti broker online sono diventati sponsor delle più grandi squadre di calcio europeo dove troviamo: 24Option è il partner di Olympique Lyonnais e OptionWeb sponsor del Paris St. Germain.

Il mondo del calcio è la strada per le opzioni binarie

Questa strategia di marketing popolare ormai consolidata e avviata a una maggiore affermazione, può contribuire a compensare i danni causati dai regolatori che hanno deciso di sopprimere una delle principali fonti dei broker online.

Già svariati broker hanno siglato una partnership con squadre di diversi campionati e non sorprenderà che nel prossimo futuro ci sia un consolidamento di tale collaborazione.

ottobre 3rd, 2016 by